Due consigli per assumere sviluppatori

Che si sa, non è facile...

C’è qualcosa di cui ho scritto in questa newsletter su cui vorresti fare due chiacchere? Hai un dubbio che pensi potrei aiutarti a risolvere?

Ho deciso di dedicare un’ora alla settimana per fare brevi sessioni di mentoring gratuite, prenotati qui! 🙂

Cercare sviluppatori da assumere non è mai facile, ci sono aziende che ne riescono a trovare così pochi che tengono le assunzioni sempre aperte, aziende che danno premi in denaro a chi porta candidati e tante aziende che si occupano solo di trovarne…

Per un’azienda piccola, che sono quelle su cui mi concentro, il primo problema è farsi notare, dato che può non essere molto conosciuta.
Recentemente un mio cliente aveva pubblicato un annuncio di lavoro che era riuscito ad attirare molte poche persone. Abbiamo deciso di riscriverlo perchè evidentemente l’annuncio non era performante.. pensando a come farlo meglio ho deciso di chiedere a Jaga Santagostino, che si sta occupando di questi temi con il suo lavoro.dev.

E mi ha dato qualche suggerimento:

Nel mio caso, mancava parecchio il secondo punto… mostrare la personalità dell’azienda è cruciale, in particolare se sei piccolo quasi sicuramente la tua azienda avrà un carattere ben definito, sarà un ottimo posto per alcuni ed un pessimo per altri.
Meglio esporsi, mostrando per chi sei un ottimo posto di lavoro e per chi non vai bene, piuttosto che cercare di sembrare il prototipo di azienda anonima e adatta a tutti. Per noi riscrivere l’annuncio è significato da poche risposte di candidati idonei in diverse settimane a un candidato al giorno.

La seconda cosa che ho notato è che come primo passo di scrematura diamo un esercizio semplice da fare a casa entro una settimana, ed inizialmente avevamo pochi candidati che ci rimandavano l’esercizio fatto. Allora ho iniziato a chiamare i candidati e fare due chiacchere con loro prima di mandargli l’esercizio, questo ha dato subito risultati concreti, perchè:

  • aiutiamo il candidato a capire se vale la pena investire tempo su di noi
    Per quanto piccolo fai l’esercizio portarlo a termine è un impegno, che stai chiedendo senza dare ancora molto in cambio. Per questo aiutare il candidato a capire se siamo un’azienda che fa per lui con una prima telefonata è molto efficace per chiarire qualche dubbio sulla posizione (ed eventualmente terminare il processo subito se cerca qualcosa di diverso, senza far perdere tempo a tutti).

  • instauriamo un rapporto
    Fare un esercizio per un’azienda di cui hai letto l’annuncio e che per te rappresenta una pagina web è un conto, diverso è se hai parlato con qualcuno, ci hai scherzato e hai dato un volto umano all’azienda.

Alla fine la cosa più importante è che anche se parliamo di aziende e candidati, non parliamo altro che di persone che entrano in rapporto, e più siamo umani, personali e autentici, e più le cose saranno facili.

A tra due venerdì!